Calcio

Una vittoria “firmata” di Lernia consente alla TP Minervino di continuare la striscia positiva

La Redazione
Top player Minervino
Una vittoria che, oltre al morale, rinsalda la consapevolezza nei propri mezzi
scrivi un commento 562

Su un campo, quello di Castelluccio dei Sauri, ai limiti della praticabilità, la Top Player Minervino ha colto un successo che, al netto del bottino numerico, assume valore doppio in quanto ottenuto contro una signora squadra il cui posto in graduatoria non gli rende assolutamente giustizia.

I dauni, in tutta sincerità, per buona parte della prima frazione, hanno messo letteralmente alle corde gli uomini di mister Corcella, meritando un vantaggio che, solo grazie ai provvidenziali interventi del “miracoloso” Leo Amoruso, non si è materializzato.

Scampati i pericoli, i minervinesi hanno finalmente preso coscienza che sarebbe stato delittuoso reiterare il remissivo atteggiamento e, quindi, cominciavano a giocare con buona lena ed a tessere discrete trame.

Questo, però, non produceva alcun risultato concreto tanto che, il seppur lodevole piglio, non portava ad alcuna conclusione pericolosa.

La prima parte si chiudeva col risultato bianco.

La ripresa delle ostilità vedeva i Top approcciare la gara con ardore e ritrovata determinazione.

A suonare la carica era il più giovane della compagnia, Lino Di Tonno, prodotto del nostrano vivaio, assecondato da Michele Di Palma e dall’autore del goal partita Di Lernia, decideva di suonare la carica che, alla fine, sarebbe, risultata una vittoriosa cavalcata.

La svolta al 60’. I minervinesi, ormai in atteggiamento costantemente propositivo, vedevano un sacrosanto rigore in loro favore, tra lo stupore generale, tramutato in calcio d’angolo. Però, il destino era segnato! Sulla successiva battuta, il più lesto era il centrocampista minervinese Di Lernia che insaccava.

Il Castelluccio, ferito, si catapultava nella metà campo Top con foga ma poca lucidità mettendo a referto un ultimo pericolo che vedeva un tiro dalla distanza sbattere contro il palo onde poi terminare la sua corsa tra le braccia di Amoruso che ringraziava l’amica sorte.

Archiviata la spinosa pratica, sarebbe criminoso adagiarsi su quello che, giustamente, va ritenuto un risultato di prestigio. Quindi, occhio al prossimo impegno che vedrà di scena al comunale minervinese il Wonderful Bari Santo Spirito, avversario da prendere con le “molle”. 

venerdì 4 Marzo 2022

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti