Calcio

La Top Player Minervino vince e convince

La Redazione
Top Player Minervino
Brillante prova della Top Player Minervino che non lascia scampo ad una Polisportiva Sammarco, squadra tutt'altro che arrendevole
scrivi un commento 363

Commentando questa giornata di campionato, nella quale la Top Player Minervino ha forse dato il meglio di sé, continua, con un nuovo capitolo, quello che, con l’atipico illustrare una partita di calcio, è il racconto di un percorso nel quale, per quanto può sembrare assurdo, il precipuo componente non è, in modo restrittivo, narrare le più o meno esaltanti vicende sportive, ma allargare l’orizzonte al fine di conferire al lettore una visione che dia veramente la misura di quanto si sta rappresentando.

Pertanto, si intende e ritiene giusto accentuare, oltre (naturalmente) a quanto si riesce a recitare in campo, il cammino che porta a questo.

In ogni circostanza, la percezione sempre più netta è che, quanto si va a inscenare è il frutto di un sacrificio quasi fuori dalla portata e comunque, al limite, di quanti, con immani sacrifici ed oltremodo gravati, sono impegnati a far sì che il meraviglioso “giocattolo” non abbia a conoscere una mesta e mortificante fine.

E così, ecco il viaggio continuare, seppur tra intoppi e passi spediti, euforia e sconforto, in quel tragitto che, si spera, al termine possa veder gratificati i comuni e appassionati sforzi. 

A fronte di quanto detto in premessa, non è che gli avvenimenti agonistici non siano ritenuti degni di considerazione: anzi!

Nello specifico ed opposta alla Polisportiva Sammarco, avversario agguerrito e tecnicamente preparato che, forse, si ha ragione ritenere possa essere stata penalizzata dalla irregolarità del terreno di gioco, la Top , seppur decimata dagli infortuni, ha sciorinata una performance che è andata “oltre”.

Approccio alla gara, tecnica, determinazione, sacro furore agonistico e quel pizzico di fortuna (in occasione della prima marcatura al minuto 18° ad opera di Nicolino Spineto) che non guasta, hanno costituito quel magico mix che ha consentito ai ragazzi di mister Corcella di acciuffare una vittoria importantissima e, di concerto, la seconda posizione nella graduatoria generale.

La gara, vibrante e densa di emozioni, ha ancora una volta messo in mostra una squadra ormai conscia della propria forza a fronte della compattezza di un gruppo che sembra aver trovato la quadra ed abbia ben chiaro quale sia il “traguardo”.   

In questo contesto, sono ancora una volta emerse le straordinarie capacità dell’estremo minervinese, Leo Amoruso, egregiamente allenato dal preparatore dei portieri E.G., che con la conosciuta sua perizia, ha letteralmente mortificato le occasioni create dai dauni.

Al suo pari, un letteralmente tarantolato Lele Capogna (autore al 70° minuto della rete che, di fatto, poneva fine alla gara) che con i suoi guizzi è stato costantemente una spina nel fianco nel cuore della difesa ospite.

Altra felice nota, il “risveglio” del bomber Riccardo Tesse che al 30° minuto marcava la seconda rete su calcio di rigore concesso per un fallaccio perpetrato ai danni dell’altro ragazzino terribile Di Palo.

Per la cronaca, la rete degli ospiti, che non ha mai scalfito la certezza di quello che sarebbe stato l’epilogo della sfida, è stata marcata al minuto 65°.

Ora, occhio alla prossima, quando si dovrà incrociare i guantoni contro la Gioventù Calcio San Severo, terza in graduatoria ad un solo punto dall’undici minervinese

martedì 22 Marzo 2022

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti