Cronaca

Vandali deturpano alcune vie della Scesciola e del paese

La Redazione
Vandali deturpano alcune vie della Scesciola e del paese
Dalle prime immagini individuati due ragazzini con felpa e cappuccio intenti a spruzzare la vernice verde su portoni, muri, panchine e gradini
scrivi un commento 2482

Nella serata di ieri, 22 marzo, sono iniziate a comparire alcune scritte verdi realizzate con vernice spray in diverse vie cittadine su porte, pareti, gradini e panchine. Semplici strisce, pallini, simboli fallici, alcune faccine non ben decifrabili hanno deturpato le abitazioni di privati cittadini, che non certo possono essere classificate come opere di street art urbana. Si tratta di un vero e proprio atto vandalico di cui sono state vittime alcune abitazioni della zona del centro storico, in particolare in via S. Caterina, e altre scritte si segnalano in via Spineto e Rampa Marsala.

A giudicare dai soggetti molto elementari disegnati, non si tratta di writers esperti o alle prime armi, ma sicuramente di qualche improvvisatore spontaneo che ha voluto fare una bravata ai danni della comunità tutta che si vede deturpato il proprio decoro urbano, per il quale si richiede sempre tanta cura e attenzione.

Le immagini pubblicate dalla Sindaca e da altri cittadini sui social hanno provocato l’indignazione di tanti, e il dito è puntato soprattutto sul senso civico che sembra non albergare soprattutto nelle giovanissime generazioni. Non vogliamo accodarci a questi facili giudizi. Piuttosto auspichiamo che la rete delle telecamere pubbliche e private possano individuare i responsabili e che le autorità preposte, a cominciare dai genitori, possano infliggere una pena esemplare rieducativa, oltre alla riparazione del danno commesso a loro carico, nei confronti di questi ragazzi. Infatti a quanto pare, dalle prime immagini rilevate, i colpevoli sembrano essere due ragazzini vestiti con felpa e cappuccio intenti a spuzzare con la bomboletta sui muri.

E soprattutto auspichiamo che queste inutili esibizioni di eroismo siano catalogate proprio dagli adolescenti come espressione massima di imbecillità.

mercoledì 23 Marzo 2022

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Mavigio
Mavigio
4 mesi fa

Purtroppo la civiltà a Minervino è morta. Troppa debolezza, troppa cafonaggine, troppa vagabondaggine, troppi redditi di cittadinanza… Questo è il risultato, grandi bevitori di birra, grandi consumatori di droga.

Il Murgese
Il Murgese
4 mesi fa

Basta girare per le vie del nostro paese per vedere sentire la totale assenza di educazione civica dai grandi ai ragazzi ai piccoli . D'altronde se questo paese è diventato ad esempio un enorme parcheggio a cielo aperto dove i pedoni non hanno alcun diritto e i mezzi di locomozione moto auto mezzi agricoli vengono parcheggiati in ogni dove ,ci meravigliamo che succedano questi fatti causati dalla totale mancanza di educazione civica?