Calcio

Vittoria sofferta della Top Player Minervino

Antonio Gallucci
Top Player Minervino
Arriva sul fino di lana la vittoria della Top Player Minervino opposta alla Real Olimpia Terlizzi
scrivi un commento 324

La Top Player Minervino, nella quart’ultima giornata di campionato, ha dovuto faticare più del previsto per aver ragione di una coriacea Real Olimpia Terlizzi che, pur non avendo più nulla da chiedere alla stagione, è scesa in campo con la lodevole intenzione di onorare, comunque, l’impegno.

L’altissima posta in palio e la palpabile tensione (soprattutto in casa Top) di dover assolutamente far risultato per non perdere l’ultimo treno che consente l’accesso ai play off, ha fatto sì che la gara, priva di sussulti, non risultasse granchè spettacolare ma vissuta con schermaglie sterili che non portavano ad alcun effetto concreto.

Do conseguenza, specialmente nella prima parte de gara, la contesa risultava circoscritta nella zolla centrale del rettangolo di gioco, tanto che gli opposti estremi non erano mai chiamati in causa.

Nella seconda frazione, gli uomini di mister Corcella, sembravano aver dismesso negli spogliatoi il torpore iniziale dimostrando, almeno, la volontà per meglio operare.

Ad onor del vero, seppur in presenza di un variato atteggiamento dei padroni di casa, i risultati restavano modesti.

A questo punto e stante la recita priva di un qualsivoglia protagonista, il direttore di gara decideva di mettersi in proprio e auto configurare!

Nel giro di venti minuti, infatti, costellava la sua prestazione con una serie di inconcepibili misfatti! 

Non concedeva (al 70° minuto) un rigore, parso ineccepibile, in favore dei terlizzesi; per “equità”, usava lo stesso metro di giudizio omettendo di concedere (all’82° minuto) un macroscopico penalty ai minervinesi per poi (al 94° minuto) concedere a questi il meno rigore dei tre (sbagliando grossolanamente per tre volte). Digiovinazzo, con freddezza, non sbagliava.

A questo punto della stagione, quando mancano tre giornate alla fine della prima fase, oltre altre proprie prestazioni, bisogna volgere l’occhio a quelle degli avversari al fine di porre in essere i freddi ma “vitali” calcoli numerici.

A conferma di quanto su detto, bisogna convenire che la giornata in parola, pur con la sudata vittoria, non risulta proprio pro Top, dal momento che l’Ascoli Satriano, prossimo avversario dell’undici minervinesi nonché secondo in classifica, è riuscito nell’impresa di avere la meglio su un Canusium forse appagato per aver centrato direttamente, con quattro giornate di anticipo, la promozione in prima categoria.

Calcoli alla mano, ai Top non è consentito un ulteriore passo falso ad Ascoli, in una gara che, a lume di naso, è da dentro o fuori.

Obiettivamente però, per cercare di imporsi su un campo così difficile, c’è bisogno di una prestazione superlativa che, volendo e visti i precedenti, sarebbe (anche) nelle corde degli uo

martedì 5 Aprile 2022

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti