Calcio

Un punto che lascia l’amaro in bocca e che non rappresenta quanto meritato dalla Top Player Minervin

Tonino Gallucci
Asd Città di Palo
Una gara pressochè perfetta della Top Player Minervino penalizzata da un risultato nettamente "bugiardo"
scrivi un commento 245

Commentare la gara che ha visto nella 7^ giornata di ritorno (domenica 12 marzo u.s.), la Top Player Minervino dividersi la posta con la Città di Palo, risulta quanto mai controverso.

Da una parte c’è ancora una volta da rimarcare, quella che ormai è una piacevole costante, l’ottima prestazione dell’undici minervinese mentre, nello specifico, bisogna prendere atto della “diserzione” dell’intero reparto avanzato, se è vero come è vero che, solo nella prima frazione di gioco, hanno fallito (a turno) la bellezza di sei occasioni da rete!

In sede di presentazione della gara di cui si scrive, si era consigliato di conferire all’impegno in quel di Palo, la massima attenzione in quanto campo notoriamente non proprio “freddo”.

A questo, giustamente, si aggiungeva l’aggravante che i palesi erano reduci da una sonora scoppola rimediata in quel di Canosa di Puglia (5 a 0), quindi, col dente avvelenato e fortemente animati dalla voglia di cancellarla.

In questo caso è bene prendere serenamente atto di aver avuto torto.

Il teatro della contesa, sin da subito, è apparso inaspettatamente tranquillo; gli avversari, una rinnovatissima formazione traboccante di giovani e dirigenza tutta, leali, sportivi e ospitali.

Le prerogative c’erano tutte per far sì che la giornata fosse perfetta.

Le polveri bagnate degli avanti, dal veterano Riccardo Tesse a Gigi Digiovinazzo (al quale comunque va il merito di aver concretizzato (al 35’), da par suo, una delle innumerevoli occasioni create) e Salvatore Chieppa, non hanno consentito agli uomini di mister Corcella di archiviare la fattibile pratica.

In tutto questo, ci sarebbe da recriminare contro la sorte che ha voluto un pallone scagliato da Di Palma infrangersi contro la trasversale.

Però, con i “se” e i “ma” non si va da nessuna parte; tanto meglio considerare la dura legge del calcio che recita: chi tanto spreca, alla fine viene “punito”.

Puntualmente e purtroppo, regola confermata!

Ora, bando alle ciance e mente volta alla prossima che, viste le posizioni occupate dalle contendenti, Top Player  e Polisportiva Sammarco appaiate al quarto posto in classifica con 34 punti e immediatamente a ridosso del secondo, sarebbe opportuno ritenere un crocevia quasi vitale nella considerazione che, “steccare”, significherebbe trovarsi di fronte ad una pendenza, problematica da scalare.

giovedì 17 Marzo 2022

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti